Sei in » Cronaca
10/03/2017 | 16:21

Questa mattina si sono concluse le operazioni di messa in sicurezza di una imbarcazione, battente bandiera francese, da ieri in balia delle condizioni meteo avverse. Grazie all'intervento dei militari costieri Ŕ stata assicurata agli ormeggi nel porto di Gallipoli.


L'imbarcazione messa in sicurezza


Gallipoli. Si sono concluse nella mattinata odierna le operazioni di messa in sicurezza di un’unità da diporto (bandiera francese) che nella giornata di ieri è stata in balìa delle avverse condizioni meteo marine, senza equipaggio a bordo, e che ora è stata assicurata agli ormeggi nel porto di Gallipoli. Dalle prime ore del mattino di ieri, giovedì 9 marzo, la sala operativa della Guardia Costiera ha monitorato un’imbarcazione a vela alla fonda nello specchio acqueo antistante l’ingresso del porto di Gallipoli che, nonostante il peggiorare delle condizioni meteorologiche, rimaneva alla fonda in una zona di mare esposta alla direttrice del forte vento e del mare che andava formandosi con il passare del tempo.

Non ricevendo risposta alle chiamate effettuate via radio sul canale di emergenza in mare, il canale 16, i mezzi navali della Guardia Costiera di Gallipoli sono usciti in mare, accostandosi all’imbarcazione in preoccupanti condizioni di rollìo, accertando l’assenza di equipaggio a bordo. Con l’intensificarsi delle raffiche di vento, l’unità, in tarda mattinata, ha iniziato a spostarsi verso la costa con grave pericolo di collidere contro la vicina scogliera, potendo provocare gravi danni al circostante ambiente marino e costiero.

Immediatamente sono state attivate le procedure operative per prevenire tale scenario avviando, in parallelo, indagini tese ad individuare lo skipper dell’unità, rintracciato nel tardo pomeriggio.

Convocato negli Uffici della Capitaneria di Porto, il marinaio di nazionalità francese, ignaro del pericolo che l’unità lasciata incustodita aveva costituito per l’intera giornata e della conseguente macchina operativa ed investigativa attivata, è stato deferito alla competente Autorità Giudiziaria per aver abbandonato il comando dell’imbarcazione, peraltro in condizioni meteo marine non favorevoli, non osservando così le più comuni norme sulla sicurezza della navigazione.




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |