Sei in » Attualità
10/09/2017 | 17:43

Da quando è stata attivata la Rianimazione all'ospedale 'Sacro Cuore' di Gallipoli, si tratta del primo caso di morte encefalica. 'Un pensiero ai familiari di quest'uomo, che il loro gesto sia da esempio'. Così la Asl Lecce in una nota pubblicata sul proprio profilo facebook.


L'ospedale di Gallipoli


Gallipoli. "Facciamo le nostre condoglianze ai familiari di un uomo di 87 anni, morto nell'ospedale di Gallipoli, che hanno dato pieno consenso alla donazione di organi. Si tratta del primo accertamento di morte encefalica al "Sacro Cuore" di Gallipoli da quando è stata attivata la Rianimazione". Inizia così un post pubblicato dall'ASL di Lecce sul proprio profilo Facebook ufficiale. "È stato un percorso impegnativo - prosegue la nota dell'Azienda Sanitaria Locale - che ha coinvolto tante figure professionali di ospedali diversi (Gallipoli, Casarano, Scorrano e Lecce) e ancora una volta ha fatto emergere il valore del lavoro di squadra".

Il percorso che ha portato poi alla donazione degli organi viene illustrato nei dettagli. "L'osservazione è iniziata alle 00,30 ed è terminata alle 7,20 di oggi. Nel frattempo partiva la macchina di valutazione di idoneità degli organi e lo studio di tipizzazione coordinato dal centro trapianti regionale. Nel pomeriggio è previsto l'arrivo di un'equipe chirurgica dell'ospedale Molinette di Torino per il prelievo del fegato".

Infine, i ringraziamenti.

"Un grazie a tutti quanti hanno collaborato. Un pensiero particolare ai familiari di quest'uomo, che il loro gesto sia d'esempio perché anche a Gallipoli ci siano operazioni di prelievo di organi, come già a Casarano e Lecce".




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |