Sei in » Cronaca
23/08/2017 | 15:36

Continuano serrati i controlli disposti dal Questore nella Città Bella, nell'ambito della ormai nota operazione Legalità Diffusa ad oltranza. In campo gli agenti del Commissariato di Gallipoli e i poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine di Lecce.


Controlli a Gallipoli


Gallipoli. Non si sa cosa abbia attirato l’attenzione dei poliziotti, impegnati nell’operazione «Legalità diffusa, ad oltranza» che hanno fermato una Renault Clio, all’interno di una stazione di servizio. Qualcosa deve averli spinti a controllare chi era a bordo: due cittadini albanesi di 28 e un 40enne, volti già noti alle forze dell’ordine. E le sorprese non sono mancate: dall’auto è spuntato fuori un involucro contenente circa un grammo di cocaina che, il conducente, ha dichiarato di assumere saltuariamente. Per questo motivo, è stato elevato un verbale di contestazione ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 309/90 con conseguente ritiro della patente di guida all’albanese.
 
Ma i guai per i due albanesi non sono finiti con il verbale. È saltato fuori, inoltre, che i due erano stati colpiti da un provvedimento di espulsione dal territorio nazionale del Prefetto di Lecce, datato 09 agosto. I due sono stati accompagnati presso l’Ufficio Immigrazione di Lecce, per le operazioni di rito, e sono stati destinatari di un provvedimento di espulsione con accompagnamento aeroporto di Brindisi, in quanto considerati “soggetti pericolosi”.
  
La stessa ‘operazione’ voluta dal questore di Lecce, ha toccato, come ormai noto, anche i luoghi della movida gallipolina. In questo caso, i poliziotti del Reparto Prevenzione Crimine hanno fermato nei pressi di una nota discoteca e deferito all’Autorità Giudiziaria in stato di libertà Sulayman Dampha 19enne originario del Gambia, senza fissa dimora. L’accusa è detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente: era in possesso di circa 5 grammi di Marijuana e di circa 2 di Cocaina. 




Autore: A cura della Redazione

0 commenti inseriti
Hai gradito l'articolo? Commentalo! |